Il marchio Bavisela pronto a ridare splendore alla Trieste del Running

Il Trieste Running Festival si assicura il sostegno di un gruppo di imprenditori extra regionali e ripropone lo storico marchio Bavisela accostato all’evento running più partecipato del Friuli Venezia Giulia. Ad annunciarlo il presidente di Apd Miramar, Fabio Carini, che parla di grandi novità per le prossime edizioni. Solo qualche anticipo per il momento, i dettagli definitivi saranno comunicati ufficialmente nei prossimi mesi.

Intanto l’ appuntamento con l’ edizione 2020, previsto domenica 3 maggio, ovviamente slitta a causa della pandemia da Covid-19. Al momento è aperto il dialogo con le istituzioni, in particolare Regione e Comune, e anche con Fidal e Asi, per capire se il TRF si potrà svolgere nell’anno in corso o se, così come accaduto per tanti altri eventi internazionali, la decisione sarà quella di rimandare tutto al 2021.

Due le ipotesi al momento in piedi: la possibilità di organizzare un’ edizione ridotta a fine estate o quella di rinviare il programma completo alla primavera del prossimo anno, con la giornata principale delle corse stabilita, come tradizione, la prima domenica di maggio.

La novità più importante in ottica rilancio, quindi, è l’ entrata in gioco di cosiddette forze fresche che intendono investire sul Trieste Running Festival in chiave sportiva e turistica e che, già da qualche mese, stanno operando in sinergia con Apd Miramar per programmare un evento sempre più ricco, cominciando con il riproporre il nome Bavisela per la classica family, la non competitiva di 7 km da Miramare a piazza Unità d’Italia, e per la kermesse dedicata ai più piccoli. Certamente confermata, inoltre, anche la Trieste Half Marathon, la mezza maratona pronta a compiere 25 anni che è considerata tra le più panoramiche d’Europa.