GENERALI MIRAMAR FAMILY, SABATO 6 MAGGIO TUTTO IL GIORNO PER ISCRIVERSI

Il secondo giorno di apertura del Marathon Expo, al Savoia Excelsior Palace, si chiude con iscrizioni alla Miramar Generali Family a quota 4375.
Iscrizioni aperte anche sabato 6 maggio dalle 10 alle 19, insieme al ritiro dei pacchi gara. Tanti i runner in arrivo da tutto il mondo nell’Autopiù Trieste Europe Marathon, Trieste Europe Halfmarathon e Costiera Run, cresce intanto l’entusiasmo verso la Family, che attende ancora tanti partecipanti pronti a iscriversi. Per ora figurano gruppi di amici, associazioni, colleghi, società cittadine e molte famiglie, anche interi nuclei, come Bruna Cecchini 91, con la figlia Nardina Vichi, il marito Giorgio Chelleri e la nipote Martina Elleri Martina, iscritti insieme.

GRUPPO PIU’ NUMEROSO: i dipendenti dell’Azienda Sanitaria Universitaria Integrata di Trieste e le loro famiglie, con il Centro Cardiovascolare in prima fila, assieme a Comune di Trieste e Lilt, si daranno appuntamento ai nastri di partenza domenica 7 maggio, con il gruppo “Trieste In Movimento” animato dallo slogan “Prevenire è vivere. Corri per il tuo cuore”, per sostenere la prevenzione cardiovascolare e oncologica.
Al gruppo si sono iscritte circa 451 persone. Parteciperanno inoltre il Direttore Generale dell’Asuits Nicola Delli Quadri, il Presidente del Consiglio comunale Marco Gabrielli, la Presidente della LILT – sezione provinciale di Trieste Bruna Scaggiante.
La partecipazione in gruppo alla Miramar Family 2017 si pone a fianco di altre iniziative promosse dal Centro Cardiovascolare di ASUITS assieme a varie componenti del mondo delle associazioni e società sportive triestine, tutte dedite alla promozione di un messaggio di salute attraverso uno stile di vita attivo. Secondo il Direttore Generale Nicola Delli Quadri “Iniziative come questa testimoniano l’attenzione di ASUITS per la promozione di stili di vita sani ed equilibrati. La presenza nel gruppo “Trieste In Movimento” rappresenta una delle tante occasioni in cui ASUITS dimostra la propria vicinanza alle persone e al mondo dell’associazionismo con un obiettivo comune, che è sempre la salute del cittadino”.

SWEET TEAM: domenica 7 maggio 2017, chi parteciperà alla Autopiù Trieste Europe Marathon e alla Trieste Europe Half Marathon vedrà anche quattro atleti con una maglietta azzurra, diabetici insulino dipendenti, soci dello Sweet Team Aniad Fvg, associazione di volontariato che promuove l’attività fisica e lo sport tra le persone con diabete della regione FVG. I quattro corridori con diabete saranno identificati da una maglietta azzurra, il colore internazionale del diabete mellito e saranno seguiti a breve distanza da quattro ciclisti sempre con una maglietta azzurra, la cui presenza sul percorso è stata autorizzata dall’Organizzazione.
I quattro corridori e i quattro ciclisti hanno voluto provare le opportunità offerte da un nuovo dispositivo medico per la rilevazione in continuo della glicemia, che consente una visualizzazione in tempo reale della glicemia della persona con diabete sul suo cellulare e volendo anche su un secondo dispositivo: a casa, sullo smartphone di un genitore o sul PC del diabetologo. Il sistema consiste in un sensore ovvero un piccolo oggetto con microfibra sottocute che legge le glicemie e un trasmettitore che invia i dati al cellulare
Il fatto di poter vedere costantemente le glicemie sul cellulare consente di poter regolare molto bene le glicemie prevenendo gli sbalzi glicemici. Lo Sweet Team con la consulenza della referente diabetologa dottoressa Roberta Assaloni e dalla referente dietista dottoressa Raimonda Muraro, ha voluto testare, sulla distanza della mezza maratona (pari a 21,097 km), la possibilità di alleggerire l’atleta diabetico dalla costante necessità di verificare la glicemia durante corsa, regolare terapia o assumere carboidrati. Il supporter in bici avrà il compito guardando le glicemie sul cellulare, di seguire l’andamento glicemico e suggerire all’atleta l’eventuale correzione della terapia o l’assunzione di un integratore, permettendogli di concentrarsi sulla gara. Come ha sottolineato Luca Birri, vice presidente dello Sweet Team Aniad Fvg e che parteciperà alla Trieste HalfMarathon, l’introduzione di queste nuove tecnologie, se da una parte NON guarisce il diabete, dall’altra offre nuove opportunità e semplificazioni nella terapia; in questo caso, l’atleta, non dovendo gestire direttamente il suo profilo glicemico , potrebbe concentrarsi solamente sulla gara con ritorni positivi in termini psicologici e di prestazioni atletiche.